ELLENCONSERVATION


RESTAURARE IL CONTEMPORANEO



UN'OPERA IN PLEXIGLASS

totale prima     totale dopo

L'opera prima e dopo l'intervento conservativo

Questo lavoro è stato realizzato all'interno del corso di "Restauro dei materiali sintetici assemblati e/o dipinti 1" all'Accademia di Belle Arti di Bologna sotto la spervisione della docente Lucia Vanghi.
L'opera di Vittorio Mascalchi, proveniente dal museo di arte contemporanea MAMBO di Bologna, presentava diversi problemi dovuti alla delicatezza del materiale. Con il plexiglass l'artista ha costruito una scatola entro la quale ha racchiuso altri tre fogli di plexiglass, su ognuno dei quali ha realizzato parte del disegno che così si compone alla visione frontale, rivelando giochi di trasparenze. La difficoltà maggiore con i materiali plastici sta nel trovare il giusto incollaggio: alcune parti si deformano e si separano. La polvere viene attirata così all'interno della scatola e tutta l'opera appariva opaca. Infine, per trattenere le parti distaccate, era stato utilizzato del nastro adesivo che ha lasciato tracce evidenti. Si è dunque proceduto alla rimozione delle tracce di colla, ad una pulitura della delicatissima superficie e dell'interno dell'opera aprendo solo una lato di essa, infine alla correzione di parte dell'imbarcamento delle lastre interne.

         fessura 2   fessura dopo

Particolare di una fessura tra le lastre di plexiglass, prima e dopo l'intervento.

 
 centro prima   centro dopo

Particolare del centro impolverato prima e dopo l'intervento.




UN ASSEMBLAGGIO



totale prima            totale dopo

L'opera prima e dopo l'intervento di restauro.

Questa piccola tela, di Giordano Pavan, proveniva dal MUSEO REMO BRINDISI di Lido di Spina. L'ho restaurato durante il corso di "Restauro dei materiali sintetici assemblati e/o dipinti 1" all'Accademia di Belle Arti di Bologna, al terzo anno. Essendo stato immagazzinato senza troppe cure, le cromie erano oscurate da uno spesso strato di polvere. Il dipinto era eseguito ad olio su tela di preparazione industriale. Alcuni elementi realizzati con tubi di cartone erano stati inseriti nella composizione fissandoli con chiodini ad una base sul retro. La forza di gravità ha però nel tempo agito facendo separare le parti. Ho inoltre scoperto che sotto la forma fatta ad olio, ne esisteva un'altra a matita che retrodatava l'opera al 1972. Il dipinto è stato sottoposto ad una pulitura superficiale, al fissaggio delle parti distaccate e alla reintegrazione di alcune lacune cromatiche localizzate, secondo il progetto di intervento realizzato on la docente Lucia Vanghi.
            polvere   distaccamento  firma


Alcuni dettagli del degrado.

tondo blu   abrasione   ritocco

Alcuni dettagli dopo il restauro.




GHIACCIO

totale prima   totale dopo

Il dipinto prima e dopo l'intervento di restauro.

Questo dipinto, realizzato da Marcello Jori, ci è stato consegnato direttamete dall'artista, con il quale abbiamo avuto anche un incontro molto edificante. Ci ha infatti spiegato alcuni aspetti della tecnica utilizzata che ci hanno chiarito la causa del degrado strutturale della tela. Il dipinto è stato trattato dal gruppo di 5 studenti del corso di "restauro dei materiali sintetici assemblati e/o dipinti 2" all'Accademia di Belle Arti di Bologna del quarto anno, utilizzando tecniche innovative per riportarlo alla planarità, opportunatamente studiate con la docente Giovanna Scicolone.

      gocce   gocce

PuttpììAlcune gocce sulla superficie.
     

      retro   retro

Retro dell'opera con ondulazioni e macchie.



Indietro                                                                                                                           Benvenuto